Sas cattas


Ma per martedì grasso non vogliamo friggere un po'? Preparare due frittelle?? Cosi, giusto per chiudere in bellezza il carnevale .... Queste sas cattas sono frittelle di pasta morbidissima che, come si evince dal nome, sono di origine sarda. Si fanno in questo periodo dell'anno ma anche per feste patronali o ricorrenze speciali. Sono semplici da fare e facilissime da mangiare 😜 una tira l'altra. Inoltre la loro forma particolare a spirale le rende intriganti nel gustarle.
Ringrazio le mie spacciatrici ufficiali di ricette sarde Elena e Giuliana 😘
Queste frittelle possono essere preparate anche per persone intolleranti alle uova perché ne sono totalmente prive.
Ingredienti
350 gr farina di semola rimacinata di grano duro
150 gr farina 00
Succo di 1 arancia
Buccia d'arancia bio grattugiata
50 gr zucchero
1/2 lt di latte intero
1/2 bicchierino di liquore all'anice o all'arancia (facoltativo)
12 gr lievito di birra oppure 20 gr di lievito madre essiccato Mulino Rossetto (io ho preferito quest'ultimo)
1 lt di olio di arachidi per friggere
Attrezzatura
Sac a poche
Guarnizione
50 gr zucchero semolato
Esecuzione
Setacciare le farine e metterle in una ciotola capiente con lo zucchero, il lievito essiccato o il lievito di birra sciolto in poco latte tiepido. Aggiungere poco per volta il succo di arancia filtrato, la buccia grattugiata, il resto del latte e il liquore (nel caso si volesse usare). Mescolare con cura fino ad ottenere una consistenza pastosa, come una crema. A seconda del risultato finale, si può aggiungere un po' di latte nel caso  l'impasto sia piuttosto sodo o un pugno di farina in caso sia troppo liquido.
Coprire il contenitore con pellicola alimentare o un piatto. Far lievitare almeno due ore magari coprendo con un plaid.
Passato il tempo, far scaldare l'olio in una pentola capiente. Intanto mettere l'impasto in una sac a poche e tagliare la punta per 2 cm. Quando l'olio arriva a temperatura, versare l'impasto creando una spirale partendo dal centro della pentola. Conviene friggere una frittella alla volta, perché dare questa singolare forma occuperà tutto lo spazio e in più cuocerà meglio e sarà più facile girarla. Bastano 2 o 3 minuti per lato per cuocere e dorare le frittelle. Appena fatte, asciugarle con carta assorbente e tuffarle in un piatto con zucchero semolato. 50 gr saranno più che sufficienti.
Mangiate fredde sono ottime, ma calde sono speciali!!!😋



Share this:

JOIN CONVERSATION

2 commenti:

  1. P.S. se anziché il liquore all'arancia si mette un bicchierino di grappa(filuferru,da noi) il gusto sarà e la fragranza de: Sas cattas sarà superbo. Tonino da Bosa (ORISTANO)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina