Ravioli dolci con ricotta e cannella



È tempo di festa... o come dicono gli spagnoli...¡Fiesta!
Siamo alla vigilia della settimana più pazza e allegra dell'anno, la settimana di carnevale, dove ogni scherzo vale e si frigge come se non ci fosse un domani!!! 
Non abbiamo che l'imbarazzo della scelta, tra ricette di famiglia, quelle suggerite da un'amica o pescate dal web.
Io ho il ricordo dolcissimo di quando preparavo questi ravioli, con la ricotta e la cannella, con mia madre quando ero piccola. 
Se c'è un'occasione speciale o un avvenimento da festeggiare e vieni dalla profonda "Terronia" come me (dalla Sicilia, per la precisione...) sai che è un must la preparazione di dolci e specialità con tutta la famiglia riunita. Noi non eravamo una famiglia numerosa, ma ci sono cose che, numerosa o no, una famiglia meridionale deve fare per tradizione e cucinare di tutto e di più per qualsivoglia avvenimento, sacro o profano, è una di queste cose. 
I ravioli dolci vanno preparati come quelli classici, quelli con pasta all'uovo, cioè ripiegati su se stessi; si ripiempiono di ricotta zuccherata, fritti e quindi spolverizzati con zucchero a velo e cannella. Con le quantità indicate si ottengono circa 20/25 ravioli, usando un tagliapasta della dimensione di un bicchiere.
Ingredienti
Per la sfoglia
500 gr farina 00
Una noce di burro
15 gr zucchero
2 uova medie
3 cucchiai di vino 
Un pizzico di sale 
Acqua qb
Per il ripieno
500 gr ricotta di pecora
200 gr zucchero semolato
Zucchero a velo 
Cannella in polvere a piacere
1 lt di olio di semi di arachidi
Attrezzatura 
Setaccio
Colino o scolapasta
Tagliapasta tondo o un bicchiere
Carta assorbente
Esecuzione 
Cominciare con il preparare il ripieno. È preferibile che la ricotta sia di pecora o di bufala perché la parte grassa rende morbido l'impasto, ma volendo va bene anche di mucca. L' importante comunque è far colare bene la ricotta, eliminando così i liquidi in eccesso. Perciò mettere la ricotta in un colino o in uno scolapasta (dipende dalla quantità), questo a sua volta in un contenitore e lasciare così per minimo due ore (anche tutta una notte).




 Eliminato il liquido, si passa la ricotta al setaccio per ammorbidirla, togliere i grumi e renderla più pastosa. Quindi si unisce allo zucchero semolato e alla cannella in polvere (nella quantità desiderata) e si miscela bene. Riporre in frigorifero fino all'utilizzo. Se si desidera un ripieno meno dolce, si può tranquillamente diminuire la dose di zucchero. Ricordate comunque che il risultato finale non sarà stucchevole, perché la sfoglia contiene solo 15 gr di zucchero.
Per preparare la pasta, mettere la farina a fontana su di una spianatoia o nella ciotola della planetaria, aggiungere il burro ammorbidito, lo zucchero e un uovo alla volta. Se serve, aggiustare la consistenza dell' impasto versando un po' di acqua alla volta. Deve diventare sodo e liscio. Lasciarlo riposare coperto con la pellicola alimentare per una buona mezz'ora. Quindi stenderla  con un mattarello o, per chi può, con la sfogliatrice elettrica meglio conosciuta come "nonna papera". Ottenere delle strisce di non più di 2 mm, tagliare con il coppapasta tondo dei dischi nel cui centro mettiamo un cucchiaino di ripieno di ricotta. Bagnamo i bordi con un po' di acqua che farà da collante, ripieghiamo i ravioli a mezzaluna e passiamo i rebbi di una forchetta sui bordi piegati sia per decorazione, sia per chiuderli ancor meglio. 

Immergiamo nell'olio bollente e, quando saranno dorati su entrambi i lati, scoliamo i ravioli, li asciughiamo e li spolverizziamo con zucchero a velo mischiato con della cannella in polvere. 
Buona settimana grassa e alla prossima ricetta... Ovviamente di fritti 😂😂😂

Share this:

JOIN CONVERSATION

    Blogger Comment

0 commenti:

Posta un commento